FattiNotizieL'efficacia della Citologia (LBC) per agoaspirazione mammaria

Febbraio 15, 2015

L’aspirazione con ago sottile (Fine Needle Apiration: FNA) è una tecnica sicura ed economica per la diagnosi delle lesioni mammarie, soprattutto se correlata a studi clinici e di imaging. Tuttavia, il successo della FNA dipende in larga misura dall’adeguata preparazione degli strisci citologici convenzionali (CS).

I vantaggi della LBC?

La tecnica di citologia in fase liquida (LBC) consiste in un metodo dedicato alla preparazione di campioni citologici in strato sottile partendo da sospensioni cellulari raccolte in un conservante a base di alcol. 

La LBC infatti permette di migliorare la CS evitando fattori limitanti come il materiale oscurante, l’essiccazione all’aria e gli artefatti da sbavatura.

Le preparazioni LBC di aspirati mammari hanno dimostrato una migliore conservazione cellulare, una minore sovrapposizione di cellule e l’eliminazione di sangue e infiammazione eccessiva rispetto al CS. Al contrario, nei campioni LBC sono state descritte alterazioni dell’architettura e della morfologia cellulare, nonché la perdita di cellule mioepiteliali e di elementi stromali.

Gli studi hanno dimostrato un’accuratezza simile tra LBC e CS per la diagnosi delle lesioni mammarie.

La LBC consente inoltre di utilizzare il materiale residuo per esami di approfondimento, il che rappresenta un importante vantaggio rispetto alla CS. 

Possiamo concludere che la LBC può essere applicata con sicurezza all’agoaspirazione mammaria, mostrando un’accuratezza diagnostica simile a quella della CS.

Autori: Rene Gerhar, Fernando C. Schmitt

Istituto: Acta Cytologica 1 December 2014; 58 (6): 533-542

Per leggere lo studio completo, si rimanda alla libreria scientifica.

Congresso Triennale di Anatomia Patologica SIAPeC
Affidabilità diagnostica della Citologia in Fase Liquida (LBC) per agoaspirazione mammaria
CYTOfast Plus è un marchio Hospitex International Srl

Copyright by Hospitex International srl. All rights reserved.

Privacy Policy